Diplomatico e uomo politico italiano e svedese. Attivo in varie agenzie dell’ONU, nel cui World Food Programme iniziò la carriera, ha ricoperto gli incarichi di rappresentante del segretario generale in Iraq dal 2007 al 2009; dal 2011 al 2013 ha ricoperto cariche politiche nel governo Monti presso il Ministero degli Esteri, sia come sottosegretario che come viceministro. Dal 2014 è di nuovo all’ONU come inviato speciale del segretario generale dell’ONU per la Siria. Ha annunciato le proprie dimissioni dall’incarico il 17 ottobre 2018 ed è stato sostituito dal norvegese Geir Pedersen. Oltre a italiano e svedese, sue lingue madri, parla correntemente anche inglese, francese, tedesco, spagnolo e arabo.


Conferenza 11 APRILE 2019
Una carriera diplomatica dedicata alla pace